Presentare domanda per assegno di maternità

  • Servizio attivo

Accedi al servizio

A chi è rivolto

Il servizio è rivolto alle madri, residenti nel Comune, che non lavorano e che non possono usufruire dei trattamenti di maternità previste per le madri lavoratrici, in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadine italiane o comunitarie residenti in Italia al momento del parto o ingresso in famiglia del minore adottato/affidato;
  • cittadine non comunitarie residenti in Italia al momento del parto o ingresso in famiglia del minore adottato/affidato in possesso di uno dei seguenti titoli di soggiorno:
    • carta di soggiorno;
    • permesso di soggiorno.
  • famiglie con Isee non superiore a € 19.185,13 per l'anno 2023 e € 20.221,13 per l'anno 2024.

Descrizione

L'assegno di maternità è una prestazione previdenziale erogata dall’INPS, per la quale il Comune di residenza verifica i requisiti e l’inoltra la domanda all’INPS.

L’assegno di maternità si richiede per la nascita del figlio oppure per l’adozione o l’affidamento preadottivo di un minore di età non superiore ai 6 anni (o ai 18 anni in caso di adozioni o affidamenti internazionali).

La madre lavoratrice può chiedere l’assegno se non ha diritto all’indennità di maternità dell’Inps oppure alla retribuzione per il periodo di maternità. Se l’importo dell’indennità o della retribuzione è inferiore all’importo dell’assegno, la madre lavoratrice può chiedere al Comune l’assegno in misura ridotta.

L’assegno spetta per ogni figlio; quindi, in caso di parto gemellare oppure di adozione o affidamento di più minori, l’importo è moltiplicato per il numero dei nati o adottati/affidati.

Come fare

Per richiedere l'assegno di maternità è necessario compilare istanza online.

Cosa serve

Per accedere al servizio, assicurati di avere:

  • SPID (Sistema Pubblico per la gestione dell'Identità Digitale) o Carta identità elettronica (CIE);
  • l'attestazione ISEE.

Cosa si ottiene

Si ottiene l’erogazione da parte dell’INPS dell’assegno di maternità:

  • per l’anno 2023 è pari ad € 1.917,30
  • per l'anno 2024 è pari ad € 2.020,85

Il pagamento è effettuato in 5 mensilità.

Tempi e scadenze

La domanda deve essere presentata al proprio Comune di residenza necessariamente entro sei mesi dalla nascita del figlio o dall’ingresso in famiglia del minore adottato/affidato.

L’assegno è pagato dall’Inps dopo che il Comune ha trasmesso tutti i dati della madre necessari per il pagamento.

I tempi di erogazione dell’assegno dipendono da INPS.

Quanto costa

Il servizio è gratuito.

Accedi al servizio

Accedi al servizio

Oppure, puoi prenotare un appuntamento e presentarti presso gli uffici.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Ufficio Servizi alla Persona

Municipio Via Don Giulio Carminati, 2 - 24040 Boltiere (BG)

Pagina aggiornata il 18/04/2024, 12:04

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri